Posts in Dolci dal Mondo

Dolci Dal Mondo – #4 Lamington, Australia

maggio 21st, 2019 Posted by Dolci dal Mondo No Comment yet

Facciamo un lungo viaggio sino in Australia per scoprire il dolce protagonista di questa occasione: Lamington.

I Lamington non sono altro che cubotti di torta al burro o pan di spagna ricoperti da uno strato esterno di cioccolato e cosparsi di scagliette di cocco essiccato.

La loro origine risale tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento e pare siano un omaggio a Charles Wallace Alexander Napier Cochrane-Baillie, secondo barone Lamington, dal quale appunto prendono il loro nome. L’identità dell’inventore dovrebbe appartenere allo chef francese Armand Galland, al servizio di Lord Lamington. Chiamato con poco preavviso a preparare un dessert per gli invitati del barone si ritrovò costretto ad utilizzare gli ingredienti disponibili, tra cui del cioccolato e del cocco. Quest’ultimo non era di certo molto utilizzato nella cucina europea di quei tempi ma la cosa viene giustificata dal fatto che Lady Lamington, moglie del barone, era originaria di Thaiti.

I Lamingtons sono ad oggi molto comuni in Australia e in Nuova Zelanda, tanto che dal 2006, il giorno 21 Luglio, è stato proclamato come il National Lamington Day in Australia.

Se, inoltre, sentite parlare di “Lammo” (singolare) o “Lammos” (plurale), sappiate che si parla sempre di questi gustosi cubotti. Molti australiani, infatti, utilizzano i due termini come abbreviazione del nome completo.

I Lamingtons si possono trovare in diverse varianti: semplici oppure farciti con della crema o della marmellata. Uno tira l’altro, un po’ come le nostre Sfogliatelle Viva Dolce.

Dolci Dal Mondo – #3 Pavlova, Nuova Zelanda / Australia

marzo 29th, 2019 Posted by Dolci dal Mondo No Comment yet

Anna Pavlova, ballerina russa degli anni venti, è stata l’ispirazione principale alla creazione di questo dolce, la cui nascita viene ancora oggi contesa tra la Nuova Zelanda e l’Australia. Stiamo parlando della Pavlova.

L’origine di questo dessert è sicuramente legata al tour che la ballerina intraprese nel 1926 circa, proprio nei due paesi oceanici. C’è chi vuole la sua creazione accreditata ad uno chef neozelandese e chi, invece, pensa che sia stata realizzata dal pasticcere dell’hotel dove la Pavlova soggiornava a Perth, Australia, innamorato della bellezza e dell’eleganza dell’artista. Questa versione della storia, vuole che la torta prese vita come omaggio, dello stesso pasticcere, ad Anna Pavlova, una volta venuto a conoscenza della morte di quest’ultima, diversi anni dopo il tour.

La Pavlova è costituita da una base di meringa morbida dentro e croccante fuori, grazie all’aggiunta di farina di mais all’impasto, una copertura di panna e frutta, preferibilmente dal colore rosso, come fragole, lamponi o chicchi di melograno.

Nel tempo, la Pavlova, ha visto nascere diverse varianti della ricetta originale: con o senza panna, il pan di spagna che va a sostituire la meringa, l’utilizzo di frutta di stagione o frutta esotica come guarnizione finale o, perché no, l’aggiunta di frutta secca come noci, pistacchi o nocciole.

 

La Pavlova è un dolce goloso, dalle note dolci e fresche, ideale per questo inizio di primavera, proprio come è ideale la nostra Pastiera Napoletana, tipica del periodo dell’anno che ci attende.

 

Dolci Dal Mondo – #2 Torta Sacher, Austria

gennaio 11th, 2019 Posted by Dolci dal Mondo No Comment yet

Amanti del cioccolato tenete a bada le vostre papille gustative, stiamo per parlarvi di uno dei dolci che, proprio a voi, farà venire sicuramente l’acquolina in bocca. Questa volta si vola in Austria per la ben nota Torta Sacher.

Prendete Vienna del 1832, in una giornata d’estate, precisamente il 9 luglio, aggiungete un principe di nome Klemens von Metternich, un cuoco malato, un apprendista pasticcere di sedici anni e spolverate il tutto con una manciata di voglia di cioccolato. Cosa otterrete? Una torta che ha fatto la storia.

La torta Sacher, infatti, è stata creata proprio da quell’apprendista sedicenne, Franz Sacher, il quale si ritrovò a fare da sostituto all’abituale cuoco, quel giorno ammalato, durante un pranzo ufficiale. Come dessert pensò bene di servire una torta al cioccolato, per il quale andava matto. I consensi per quel dolce furono tanti che il cancelliere ne richiese a grandi quantità per tutti i dignitari austriaci.

Non passò molto tempo che la torta divenne famosa in tutta Austria e portò con sé anche la nascita di una lunga contesa tra le pasticcerie Demel e Sacher per stabilire a chi delle due era permesso vendere l’originale Sachertorte. La vittoria andò alla famiglia Sacher, dopo ben sette anni di dispute giudiziarie.

Oggi la Torta Sacher è protetta da marchio di fabbrica ed è possibile gustarla, nella sua antica ricetta tradizionale, solo presso l’Hotel Sacher di Vienna. In cosa consiste il dolce? In due strati di pan di Spagna al cioccolato leggero con al centro un sottile strato di confettura di albicocche. Il tutto risulta ricoperto di uno strato di glassa di cioccolato fondente. Tradizionalmente gli austriaci la mangiano accompagnata da una tazza di caffè o tè, perché la considerano “troppo asciutta”.

 

Non siete amanti di glasse e albicocche ma ormai vi abbiamo fatto venire voglia di cioccolato? Se proprio volete restare in Italia vi proponiamo la nostra tipica Caprese al Cacao che possiamo assicurarvi non essere da meno al dolce austriaco. Buon cioccolato a tutti!

Dolci Dal Mondo – #1 Stollen, Germania

dicembre 21st, 2018 Posted by Dolci dal Mondo No Comment yet

Il Natale è, ormai, alle porte e per questo motivo abbiamo deciso di inaugurare la nuova rubrica del nostro Magazine, Dolci dal Mondo, parlando di un dolce tipico della tradizione natalizia tedesca: lo Stollen.

 

Conosciuto anche con i nomi di Christstollen oppure Weihnachtsstollen, viene realizzato nella città di Dresda, da qui il Dresdner Stollen (Stollen di Dresda) che gode della indicazione geografica protetta, durante il periodo festivo. Nonostante il suo solido legame con questa città, le prime citazioni relative a questo dolce risalgono al 1329, nella città di Naumburg e, solo centocinquanta anni dopo, troviamo la ricetta documentata a Dresda.

Lo Stollen, che può essere definito come un lontano cugino del nostro italianissimo Panettone, è composto da una pasta dolce lievitata, la cui lista ingredienti, come da ricetta originale, prevede farina, burro, uva passa o uvetta di Corinto rinvenute nel rum, canditi, mandorle (dolci e amare), lievito, latte e scorza di limone grattugiata.

Sul web sono presenti molteplici varianti che vedono l’utilizzo di marzapane, ricotta, vino rosso, mele, prugne o nocciole. Ingredienti utilizzati in ricette che si differenziano l’una dall’altra a seconda della zona della Germania d’appartenenza.

Lo Stollen, una volta cotto, non va consumato subito. Bisognerà infatti attendere 10-15 giorni, tempo utile alla sua maturazione, per degustare questa prelibatezza tedesca.

Conoscevate questo dolce? Avete mai avuto modo di assaggiarlo?
Noi, quasi quasi, gli troviamo un posto sulla tavola natalizia, accanto alla nostra Pastiera Napoletana.